22.11.08 SCI DI FONDO: Pietro Piller Cottrer secondo nella 15 km in Svezia

PIETRO PILLER COTTRER: UN SECONDO POSTO PER “VEDERE” LA COPPA DEL MONDO.

E con lui anche Briko sale sul podio.

Il campione sappadino conquista un secondo posto nella prima gara di Coppa del Mondo della stagione, la 15 chilometri a tecnica libera di Gallivare. Un risultato che conferma il suo obiettivo di conquistare la sfera di cristallo.

Gällivare (Svezia) 22.11.2008 – Chi ben incomincia è a metà dell’opera. Inizia con uno straordinario podio la stagione agonistica di Pietro Piller Cottrer: nella 15 chilometri a tecnica libera di Gällivare il sappadino è battuto solo dall’enfant du pais Marcus Hellner per la “bellezza” di  un secondo e quattro decimi. Terzo gradino del podio per il norvegese Petter Northug. Ma Pietro, che ha preso la testa della gara dopo il quarto chilometro e ha ceduto nei metri finali, resta comunque soddisfatto per un esordio da vero campione. Ed è lui stesso a confermarlo.


Te lo aspettavi?
Onestamente si. Dopo i risultati di una settimana fa e le mie sensazioni avevo la consapevolezza di stare bene, confermata anche dalle indicazioni di Silvio Fauner e Marco Selle.
Cosa è successo negli ultimi chilometri?
Credo di aver perso la gara nel rettilineo finale, forse perché Hellner, giocando in casa, ha avuto più motivazioni che equivalgono a una spinta aggiuntiva. Sono solo dispiaciuto di non poter indossare il pettorale giallo nella prossima gara di Coppa. Devo però dire che rispetto a qualche anno fa, adesso anche la mia strategia di gara è cambiata: prediligo una partenza controllata per crescere nel finale.
Ma non credi di essere già “troppo” in forma o in forma troppo presto?
No, non mi spaventa andare già forte perché so che posso tenere questa condizione fino al Tour de Ski, e comunque qualche calo di forma sarà inevitabile e normale.
Un risultato che hai voluto a tutti i costi e che non stupisce dopo la tua dichiarazione di puntare a migliorare il terzo posto nella classifica finale di Coppa del Mondo della scorsa stagione.
Si, lo confesso, l’obiettivo della stagione è la Coppa del Mondo, anche se sono conscio che dovrò fare un grande Tour de Ski e fare punti nelle gare in tecnica classica. Ma sono ottimista.
Ti stupisce il nono posto di Lukas Bauer a quasi mezzo minuto da te?
No perché non l’ho visto brillante nelle gare di Muonio e poi è difficile riconfermarsi al vertice.
Dopo l’arrivo hai gridato nella telecamera il nome di Fabio, tuo figlio. Questo podio lo vuoi dedicare a qualcuno?
Prima di partire mio figlio Fabio mi ha regalato un disegno con scritto “Ti voglio bene. Vinci.” ed era giusto che il primo pensiero andasse a lui.
Sciare a Gällivare, oltre il Circolo Polare Artico, all’ora di pranzo, si deve combattere anche con una luce strana. Che soluzione tecnica hai adottato con gli occhiali?
Ieri un raggio di sole ci ha raggiunto mentre ci allenavamo e ho pensato di utilizzare le lenti gialle per i miei Briko Dart, ma oggi ho dovuto optare per le lenti bianche Thrama che permettono di vedere ogni asperità del terreno in condizioni di bassa luminosità, soprattutto nelle discese veloci di questa pista.
Non si festeggia solo in Svezia, perché anche in casa Briko si alzano i calici con il secondo podio nell’arco di una settimana: “Dopo il secondo posto di Bode Miller a Levi in Finlandia e quello di Pietro oggi” commenta Carlo Boroli presidente di Briko “aspettiamo la vittoria, che siamo certi non tarderà ad arrivare”.

October 2017
M T W T F S S
« Jan    
 1
2345678
9101112131415
16171819202122
23242526272829
3031